Home > Notizie ed eventi > I servizi a domicilio dell’ACI Campobasso

I servizi a domicilio dell’ACI Campobasso

23.11.2012

Forte impegno dell’Aci Campobasso con la metodologia CAF

Grande apprezzamento per il servizio a domicilio dell’ACI Campobasso in favore dei soggetti disabili o con particolari difficoltà che non consentono loro di presentarsi presso gli Uffici.

I cittadini impossibilitati a recarsi agli sportelli dell’ACI possono richiedere direttamente, o tramite l’associazione di rappresentanza, l’espletamento di pratiche automobilistiche presso la propria residenza o presso la struttura che li accoglie (ospedale, casa di cura, istituto di pena, comunità, ecc.) senza alcuna spesa aggiuntiva rispetto alle tariffe previste per l’espletamento della pratica.

I servizi a domicilio del PRA – ha spiegato la dr.ssa Giulia Volpe Conservatore del PRA di Campobasso - sono finalizzati all’effettuazione di alcune pratiche automobilistiche, quali i trasferimenti di proprietà, accettazioni di eredità, perdite di possesso, duplicati del certificato di proprietà. Proprio ieri ci siamo recati a casa di una signora affetta da grave disabilità per trascrivere una accettazione di eredità. I servizi dell’Automobile Club – ha illustrato il dr. Giovanni Caturano Direttore degli Automobile Club Campobasso e Isernia - possono essere richiesti per qualsiasi forma di consulenza in materia di mobilità e per richiedere la tessera ACI e altri servizi locali. Per i cittadini e automobilisti disabili, l’Aci ha definito negli ultimi anni una serie di prodotti e servizi. Oltre al “PRA a domicilio” per il disbrigo delle pratiche automobilistiche, sono stati programmati gli incontri periodici nell’ambito del progetto “ACI per il Sociale” a favore delle categorie più deboli, tra cui disabili, extracomunitari ed anziani, per fornire loro suggerimenti e consigli per la soluzione dei problemi in automobile. Una specifica sezione del sito www.aci.it è dedicata ai disabili, con vademecum e guide pratiche per documenti e attestati. Il soccorso stradale ACI 803.116 ha attivato una procedura con cui sordi e muti possono richiedere l’intervento di un carro-attrezzi tramite sms, ricevendo in forma testuale le informazioni sul soccorso.

L’Automobile Club rafforza il suo impegno sociale con il lancio della tessera “ACI …inoltre”, che costa meno delle altre carte associative ma propone gli stessi vantaggi integrati da un mix di servizi per disabili, come l’invio di due mezzi di soccorso (uno per l’auto e l’altro per l’automobilista), l’assistenza sanitaria in viaggio, la disponibilità di un veicolo sostitutivo o il rimborso delle spese di rientro a casa in caso di grave guasto meccanico. La tessera “Aci inoltre” può essere richiesta direttamente alle associazioni dei disabili presenti sul territorio molisano - partner fondamentali per la continua messa a punto della gamma di servizi - che possono contattare gli Automobile Club Campobasso e Isernia per sottoscrivere le specifiche convenzioni.

L’impegno dell’Aci a livello nazionale e sul territorio molisano discende, oltre che da una specifica sensibilità alla problematica dei disabili e al loro diritto alla mobilità, anche dall’applicazione della nuova metodologia CAF che l’Automobile Club Campobasso sta sperimentando a livello locale e basata, tra l’altro, sull’ascolto costante ed attento degli stakeholder di riferimento.

Nell’ambito dell’applicazione del metodo “Caf” , l’Automobile Club Campobasso ha già realizzato diverse iniziative con gli studenti dell’istituto scolastico “Sandro Pertini” con il coordinamento della Dirigente Scolastica dr.ssa Adriana Izzi e con gli anziani coordinati dal referente Andrea Zilembo. Era previsto anche un progetto in favore dei disabili che purtroppo per il momento è stato rinviato a causa dei tagli nella pubblica amministrazione, ma che - come ha confermato il direttore Caturano – è già stato progettato e sarà realizzato nel corso del prossimo anno. L’analisi dei risultati ottenuti con queste iniziative rappresenterà il punto di partenza per l’ACI Campobasso per elaborare e progettare nuove iniziative finalizzate alla educazione e alla sicurezza stradale sul territorio molisano.