Home > Notizie ed eventi > Fatturazione elettronica

Fatturazione elettronica

13.04.2015

Fatturazione elettronica

Il Decreto Ministeriale n.55 del 03/04/2013, entrato in vigore il 06/06/2013, ha fissato la decorrenza degli obblighi di utilizzo della fatturazione elettronica nei rapporti economici con la Pubblica Amministrazione ai sensi della Legge 244/07 e s.m.i. Art. 1 commi dal 209 al 214. 


In ottemperanza a tale disposizione, questa Amministrazione, A DECORRERE DAL 31/03/2015 non potra’ più accettare fatture che non siano trasmesse in modalità elettronica secondo il formato di cui all’allegato A del citato DM n. 55/2013:inoltre, trascorsi tre mesi dalla suddetta data, non sarà possibile procedere ad alcun pagamento, nemmeno parziale, sino alla ricezione della fattura in formato elettronico.


I tempi di applicazione delle nuove procedure possono pertanto essere così schematizzati: a) fino al 30 marzo 2015 le fatture cartacee emesse verranno ricevute, lavorate e pagate;


b) dal 31 marzo e fino al 30 giugno 2015 :


1. le fatture elettroniche emesse verranno ricevute, lavorate e pagate;


2. le fatture cartacee emesse entro il 30 marzo 2015 verranno ricevute, lavorate e pagate;


3. le fatture cartacee emesse dopo il 31 marzo 2015 verranno rifiutate;


c) dopo il 30 giugno 2015 :


1. le fatture elettroniche emesse verranno ricevute, lavorate e pagate;


2. le fatture cartacee emesse entro il 30/03/15 e ricevute entro il 30/06/15 verranno lavorate e pagate;


3. le fatture cartacee emesse entro il 31/03/15 e ricevute dopo il 30/06/15 verranno rifiutate.


Con la presente si provvede a comunicare qui di seguito il Codice Univoco Ufficio, informazione obbligatoria della fattura elettronica, che consente al Sistema di Interscambio (SdI), gestito dall’Agenzia delle Entrate, di recapitare correttamente la fatturazione elettronica all’ufficio destinatario:

NOME UFFICIO: Uff_eFatturaPA

CODICE UNIVOCO: UF297A

Oltre al "Codice Univoco Ufficio", che deve essere inserito obbligatoriamente nell’elemento " Codice del Destinatario" del tracciato della fattura elettronica, occorre altresì indicare nella fattura anche il CIG " Codice Identificativo Gare". In assenza di tali codici la PA non può procedere al pagamento delle fatture elettroniche (art. 25 c.3, D.L. n. 66 del 24/04/2014).